Chiesa della Madonna della Neve


Su una piccola altura, dietro la vasta insenatura di Lacona, alle spalle di una vallata circondata da colline boschive, si trova la chiesetta detta della Madonna della Neve. 
Essa fu fondata da alcuni discepoli di San Giovanni Gualberto, provenienti dall'Arcipelago toscano e dipendenti dall'Abbazia di Vallombrosa.

Sorta sulle fondamenta di un preesistente edificio religioso più antico,  essa fu edificata, così come oggi la si può vedere, nel XVI secolo  e questa datazione è confortata da una relazione del giugno 1817.

Un'altra versione della sua fondazione dice che questo luogo di culto sia stata costruito dagli stessi abitanti di Capoliveri per custodirvi e venerarvi una immagine della Madonna di Lacona,  attualmente ricordata come Madonna della Neve.

Nei primi dell'Ottocento era ancora abitata da un eremita, Giuseppe Tosi, che godeva di un fabbricato composto di cucina, di due piccole stanze, di due cantine, con due tini e cinque botti, di una vigna di circa tre saccate e di due saccate (misurazione del terreno di epoca lorenese) di terreno seminato a grano.

Capoliveri
Santuario della Madonna delle Grazie
Chiesa Plebania di San Michele

Forte Focardo